Copyright

lunedì 19 marzo 2018

English afternoon tea #mtc71

Era il 1997, ero a Londra per uno stage di 15 giorni con la scuola ed ero stata ben istruita da una cara amica su dove andare a bere il miglior tè della città.
La mia memoria al momento non riesce a risalire al nome del caffè, né tanto meno al parco dentro il quale si trovava ma non fa differenza, ai fini del mio racconto.
Era una giornata di sole ma il freddo di metà marzo era comunque pungente e al pomeriggio il buio non tardava troppo ad arrivare. Decidemmo, con alcune compagne di classe, che avremmo potuto riscaldarci con una tazza di buon tè e qualche biscotto. Ci addentrammo nel parco e di lì a poco divenne buio, per un’ora cercammo il caffè ma trovammo solo sentieri che portavano al nulla, ci mettemmo un’altra ora buona per trovare la strada di casa.
Non lo bevvi mai quel tè e mai ne bevvi nei 20 anni successivi.

Valeria vive a Bath e lo scorso mese ha finalmente vinto l’MTChallenge. Avevo scommesso sulla sua vittoria ma con la ricetta sbagliata, solo per farvi capire il livello della sua partecipazione alla sfida sull’affumicatura casalinga.
Mi ero immaginata di dover sfornare sfogliatelle ricce e frolle, di dover impastare casatielli e tortani e invece su cosa ci va a sfidare questa ragazza tutta pepe? 

Spero di esser riuscita nell’intento di creare qualcosa di almeno vagamente vicino al tè che avrei bevuto 20 anni fa in quel freddo pomeriggio londinese.
Ho scelto un tè nero alle fragole di bosco e mandarino ed ho pensato a dei dolci che ne ricordassero il gusto e il profumo.
Per alleggerire la nota dolce del cake e degli scones classici, ho inserito una variante di questi ultimi, ai mirtilli, da servire con marmellata di limoni in modo da pulire il palato per poter passare immediatamente ad un'altra focaccina.
Sono un essere goloso, non c'è niente da fare.


Menù
Tè nero (ceylon e china) con fragole di bosco e mandarini 
Scones classici con confettura di fragole 
Scones ai mirtilli con marmellata di limoni
Burro aromatizzato al limone e timo
Marmalade cake ai mandarini


Marmalade cake ai mandarini (da una ricetta di Jamie Oliver)

Ingredienti per 1 stampo a ciambella da 20 cm e uno a cuore (vedi foto):
250 g di burro non salato
250 g di zucchero
250 g di farina 00
1 bustina di lievito
5 cucchiai di zucchero di canna
8 mandarini senza semi
8 cucchiai di marmellata di mandarini*
5 uova
Per guarnire:
Fragole fresche ben mature
100 g di formaggio spalmabile
3 cucchiai di farina di cocco
1 cucchiaio di zucchero a velo

Preriscaldare il forno a 180°.
Imburrare gli stampi e spolverarli con zucchero di canna.
Affettare 4 mandarini ricavando delle fette sottili e foderare il fondo degli stampi, sovrapponendoli leggermente.
Montare il burro morbido con lo zucchero fino ad ottenere una crema soffice e spumosa, aggiungere 5 cucchiai di marmellata di mandarini e poi le uova e continuare ad amalgamare con la frusta. Aggiungere la farina, il lievito e una presa di sale.
Aggiungere la scorza e il succo filtrato dei restanti 4 mandarini ed amalgamare delicatamente con la spatola per non far sgonfiare l’impasto.
Riempire gli stampi ed infornare le torte per 50 minuti, la superficie dovrà essere ben dorata e ferma al tatto.
Una volta tolte dal forno far raffreddare per qualche minuto poi rovesciarle delicatamente su un piatto da portata. Fare dei buchi con lo stuzzicadenti e spennellare la superficie con la restante marmellata fatta scaldare un minuto con poca acqua in un pentolino.
Far raffreddare completamente.
Frullare il cocco ad alta velocità fino a quando non sarà diventato una crema densa, aggiungere un cucchiaio di zucchero e il formaggio.
Guarnire il cake con fragole fresche e qualche ciuffetto di crema di formaggio.

*Marmellata di mandarini
4 mandarini
100 g di zucchero
Succo di ½ limone
Tagliare i mandarini a fettine sottili e metterli in un padellino, aggiungere lo zucchero, il succo di limone e cuocere a fuoco basso per 30/45 minuti.

Frullare il tutto e far raffreddare completamente prima dell’utilizzo


Scones

Ingredienti:
Per la versione classica: (ricetta di Stefania Panza)
250 g di farina 00
15 g di lievito per dolci
1 presa di sale
37,50 g di burro a temperatura ambiente
50 g di zucchero
1 uovo medio
82 ml di latte intero
uovo per spennellare (io ho usato latte intero
Per la versione ai mirtilli:
100 g di mirtilli freschi
Scorza di 1 limone

Mettere la farina, il sale e lievito in una ciotola, aggiungere il burro sfregarlo insieme alla farina creando delle briciole, aggiungere lo zucchero, poi le uova e il latte.
Amalgamare il tutto e trasferire l'impasto sul piano di lavoro infarinato.
Senza lavorarlo troppo stenderlo ad uno spessore di 1,5 cm e coppare con un cerchio di 5,5 cm di diemetro (un affondo netto senza girare non farà lievitare in modo perfetto i vostri scones).
Mettere su una teglia rivestita di carta forno, spennellare con uovo sbattuto o latte e cuocere a 210° ventilato per 5 minuti e poi ridurre a 175° per altri 15 minuti.


Confettura di fragole


Ingredienti:
250 g di fragole
150 g di zucchero
1 limone

Lavare e tagliare le fregole e metterle in un pentolino con lo zucchero e il succo di limone e far sobbollire per almeno 30/45 minuti. Dovrà essere densa ma non troppo, poi raffreddandosi si solidifica ulteriormente.

1 piccola mela ca. 200 g
1,4 kg di limoni (ca. 11-12)
2 kg di zucchero semolato
1 cucchiaino di bicarbonato

Pelare e togliere il rosolo alla mela mettendo gli scarti su una garza doppia. Tagliare la mela a dadini e trasferirli in una padella con 4 cucchiai di acqua. Cuocere a fuoco lento, parzialmente coperto, per 10-15 minuti fino a quando non sarà morbida, mescolare di tanto in tanto e aggiungere acqua se necessario. 
Nel frattempo tagliare i limoni a metà e spremerli raccogliendo il succo in un contenitore graduato, eliminare i noccioli e aggiungere un po’ di polpa al succo spremuto.
Tagliare le bucce di limone in quarti (eliminare prima le estremità) e sminuzzare la scorza mantenendo la parte bianca interna e metterla in una ciotola capiente. Aggiungere acqua al succo fino ad ottenere 1,5 l di liquidi e mettere nella ciotola con la scorza. 
Unire le 4 estremità della garza formando un sacchettino, stringere e legare con lo spago mantenendo un’estremità abbastanza lunga da poterla tenere all’esterno della pentola. Mettere anche il sacchettino nella ciotola e sommergerlo con il liquido. Coprire e lasciar riposare tutta la notte.
Mettere la mela cotta in un’altra ciotola e lasciar raffreddare coperta.
Il giorno seguente versare il tutto in una pentola, compresa la mela cotta, tirare il sacchettino di garza a lato e portare ad ebollizione ridurre poi la fiamma e cuocere a fuoco lento per 30-45 minuti mescolando di tanto in tanto. A questo punto rimuovere il sacchettino spremendolo bene cercando di estrarre più pectina possibile e aggiungere lo zucchero – la marmellata sembrerà molto liquida ma continuare la cottura fino a quando lo zucchero non sarà completamente sciolto. Togliere dal fuoco e aggiungere il bicarbonato poi portare nuovamente sul fuoco (attenzione che inizialmente bollirà in modo vigoroso).

Aumentare il calore e far sobbollire per 20-25 minuti. Lasciar riposare 15 minuti poi trasferire in barattoli sterilizzati, chiudere e lasciar raffreddare completamente.


Burro aromatizzato

Ingredienti:
50 g di burro irlandese a temperatura ambiente
2 rametti di timo secco
Scorza di ½ limone

Mettere gli aromi nel burro morbido e amalgamare bene poi far solidificare in frigorifero.



Tè nero (ceylon e china) con fragole di bosco e mandarini 

Scaldare le tazze che si andranno ad utilizzare con acqua bollente fino a quando non saranno calde al tatto (Valeria docet)
Aggiungere un cucchiaino di tè per ogni persona direttamente nella teiera e versarvi acqua bollente a 100°, nel mio caso e lasciare in infusione per 5 minuti.
Servire nelle tazze tenute in caldo e accompagnare con latte e zucchero a piacimento.
Io lo bevo in purezza, i sapori si percepiscono al meglio.


Ringraziamenti:
Il più sentito ringraziamento, accompagnato da un sonoro ve possino va a Valeria ed Alessandra per aver ideato la sfida senza regole più intricata della storia.
Penso di non aver mai perso la testa e il sonno come in questa sfida, rileggendo 100 volte il regolamento e le “dispense” e trovandomi via via sempre più confusa. Sapevo che nel momento in cui avessi trovato la chiave, sarebbe stato motivante e assolutamente soddisfacente ma ammetto di averci messo un bel po’.
Ringrazio la mia vicina di casa Carmen per avermi aperto la porta di casa sua e soprattutto le ante della sua vetrinetta in cui erano esposti i suoi servizi da te. La vetrinetta ora è vuota ma aihmé ho promesso di restituirle tutto.
Ringrazio Stefania, che adesso vive a St.Ives e gestisce con Alessandro il Pier Coffee Bar, per avermi regalato la sua ricetta degli scones.
Ringrazio Sara per aver pensato al tè come bomboniera di nozze, mai avrei comprato il tè nero e nelle ultime 2 sfide mi è tornato tanto utile.
Ringrazio mia suocera per avermi prestato le tovaglie che non ho mancato di stirare facendo vedere la luce alla mia stirella dopo due lunghi anni nelle tenebre.


Con questa ricetta partecipo all'MTC di marzo sull'afternoon tea

16 commenti:

  1. bello kika tutto bello bello bello...che commento del menga eh? hahahahah

    RispondiElimina
  2. Eccola la mia kikina:apparentemente alla buona, caciarona e sotto sotto precisissimo, elegante, ambiziosa non di quell'ambizione a cui si dà una connotazione brutta, di quell'ambizione che è un continuo voler elevare un po' se stessa quella bella. Ecco la mia Kikina che anche quando ti serve un tè lo fa con i contro, diciamo, attributi, và! Ti adoro testona

    RispondiElimina
  3. Il finale è da Oscar :-D Nel senso che sembrano i ringraziamenti post vittoria :-D Manca solo quello ai giudici ed è fatta :-D
    No, dai! Chissà come sarà stato quel caffè! Sembra strano, eppure capitano anche queste cose. Di posti mai trovati ne è pieno il mondo :-D Però devo dire che pure le sfogliatelle non sfigurerebbero in un afternoon tea :-P...ma meglio gli scones, che adoro! E l'essere goloso n° 2 che è in me mi fa adorare questo tea :-D
    Provo tutto, ci mancherebbe altro. E faccio anche il bis :-D

    Fabio

    RispondiElimina
  4. Una bellissima tavola imbandita è una torta davvero golosa complimenti!

    RispondiElimina
  5. Avevo molti dubbi quando ho proposto l'Afternoon tea. Dentro di me sapevo che sarebbe stata una sfida avvincene ma al tempo stesso stressante, proprio per la vastitá dell'argomento. Ma Ale mi ha detto subito di si, sembrava non aspettasse altro, e quindi il regolamento e venuto di conseguenza. Piegare questa sfida a delle regole non é stato facile e si vede. Ma ne valeva la pena perché guarda cosa hai fatto.
    Tutto curato nei dettagli, tutto bilanciato, elegante e raffinato.
    Adoro il burro al timo e limone che deve essere uno spettacolo sia con la marmellata di fragole che con i mirtilli degli scones.
    Perfetta anche la scelta della marmelade cake, adattissima all'ora del té.
    Il té che hai scelto si sposa benissimo con i sapori tutti agrumati che hai scelto. Ne avrai messo di tempo per capire il regolamento ma poi ci sei riuscita :)
    Grazie mille!

    RispondiElimina
  6. bellissima proposta, complimenti!

    RispondiElimina
  7. Magnifico questo Afternoon Tea!
    Più vedo le vostre proposte, più tremo per la mia idea. La tua è spettacolare!

    RispondiElimina
  8. Ho dovuto ricorrere anche io ad un tea set prestato, con tovaglietta annessa, e servo muto.
    Ma come mi sono divertita! Questa volta niente panico, solo divertimento!

    RispondiElimina
  9. Mi piace troppo, lo trovo perfettamente studiato e convincente. Ha proprio lo stile inglese.
    Bravissima!

    RispondiElimina
  10. Kika io ti mando un po'dei miei dolcetti come mi hai chiesto, ma in cambio vorrei una fetta di quellatorta che è bellissima e deve essere altrettanto buona. Sei riuscita a preparare proprio una bella tavola,ma non avevo dubbi!

    RispondiElimina
  11. Io adoro i mandarini, che trovo siano un po' negletti da quanto sono arrivate sul mercato le clementine (tu sei giovane, non puoi ricordare che, una volta, le clementine non esistevano...), quindi adoro quella torta e,alla prima occasione, la rifaccio. Gli scones, poi, sono perfetti.

    RispondiElimina
  12. like you read my mind! You appear to know a lot about this, like you wrote the book in it or something. I feel which you could do with several pics to drive the message home a bit, but other than that, this really is amazing blog. A fantastic read. Agen Bola Piala Dunia 2018

    RispondiElimina
  13. according to my view your article belongs to a very good class, but what other articles are very good anymore? You can visit daftar klik4d

    RispondiElimina
  14. Io avevo commentato ma non vedo più il commento.. cmq proposta bella ricca, lo ha conquistata la forma a cuore, nella sua perfezione! Io aspetto che lo scettro passi a te.. preparati.
    Un abbraccio.

    RispondiElimina
  15. Is there a better article than this? I think not, because this is the best of other blogs. You can also visit my blog situs judi bola resmi

    RispondiElimina
  16. LOVE this blog in a way, it definitely goes into my reading list. Please visit my website Joker123

    RispondiElimina

Lasciate commenti, consigli, critiche o complimenti, di certo li terrò presenti.